Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

 

 
rapporto 2015 copertinaUn Paese diviso e diseguale, dove il Sud scivola sempre più nell’arretramento: nel 2014 per il settimo anno consecutivo il Pil del Mezzogiorno è ancora negativo (-1,3%); il divario di Pil pro capite è tornato ai livelli di 15 anni fa; negli anni di crisi 2008-2014 i consumi delle famiglie meridionali sono crollati quasi del 13% e gli investimenti nell’industria in senso stretto addirittura del 59%; nel 2014 quasi il 62% dei meridionali guadagna meno di 12mila euro annui, contro il 28,5% del Centro-Nord.
Questa la fotografia che emerge dalle anticipazioni del Rapporto SVIMEZ sull’economia del Mezzogiorno 2015 presentate il 30 luglio 2015 a Roma.
 
I materiali disponibili
Anticipazioni del Rapporto SVIMEZ 2015
Intervento e slides del Direttore Riccardo Padovani
Comunicato stampa
 
Interviste del Presidente Adriano Giannola ad Avvenire (8 agosto) , Il Manifesto (8 agosto), Il Mattino (5 agosto)
Interventi del Consigliere Federico Pica su "Il Garantista" (6 agosto) e del Consigliere Giuseppe Soriero (6 agosto) su "L'Unità"

Rassegna stampa nazionale 2 agosto
Rassegna stampa nazionale 1 agosto
Rassegna stampa nazionale 30 e 31 luglio
Rassegna stampa regionale 30 e 31 luglio
 
youtube Servizi audiovisivi
 
Anticipazioni Rapporto 2015  Anticipazioni Rapporto 2015
Da sinistra, Adriano Giannola, Presidente della SVIMEZ e Riccardo Padovani, Direttore della SVIMEZ.
A destra, la presentazione delle Anticipazioni del Rapporto SVIMEZ sull'economia del Mezzogiorno nella biblioteca della SVIMEZ.
  • Home
  • RAPPORTO
  • Anticipazioni 2015
Associazione per lo sviluppo
dell'industria del Mezzogiorno
via di Porta Pinciana 6, 00187 Roma
Centralino 06.478501
Fax 06.47850850