Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

 

Il Presidente della SVIMEZ Adriano Giannola partecipa l’11 dicembre alla prima sessione dell’evento organizzato a Napoli da Il Mattino, su “Avere 20 anni al Sud: le ragioni per restare e per tornare”. Il tema della prima sessione, nel corso della quale interviene Giannola, è Come fermare la fuga del capitale umano e recuperare una visione nazionale. La sessione sarà aperta da una relazione del Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. I discussant saranno, oltre a Giannola, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il Presidente della CRUI e rettore della Federico Secondo Gaetano Manfredi, il Presidente di Confindustria Enzo Boccia, il Presidente del CNR Massimo Inguscio, l’economista e docente della Bocconi Roberto Perotti, il professor Gianfranco Viesti e l’accademico dei Lincei Biagio De Giovanni.
 
Sintesi dell'intervento del Presidente della SVIMEZ Adriano Giannola
“Come SVIMEZ non condividiamo politiche di fiscalizzazione temporanee degli oneri sociali che già l’Unione Europea ci fece pagare nel 1994. Siamo invece favorevoli alle più recenti misure assunte, dalle ZES alla clausola del 34% della spesa pubblica da destinare al Mezzogiorno”.
Secondo Giannola si esce dalla crisi che ha colpito l’intero paese solo dando un ruolo decisivo al Sud che oggi è più reattivo del Nord e il cui sviluppo è trainante per tutta l’Italia: “Se i giovani se ne vanno ed emigrano, il Sud sarà la parte più vecchia del Paese, e dipenderà sempre più dai trasferimenti interni di risorse, per cui diverrà ancor più marginale”.
 
Il programma
 
Associazione per lo sviluppo
dell'industria del Mezzogiorno
via di Porta Pinciana 6, 00187 Roma
Centralino 06.478501
Fax 06.47850850