Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

 
Da sinistra: Manlio Calzaroni, Maria Teresa Salvemini, Adriano Giannola e Manin Carabba Si è tenuto martedì 23 giugno in sede a Roma il Seminario SVIMEZ “L’estensione del settore delle imprese in mano pubblica e la sua governance” promosso dal trimestrale della SVIMEZ “Rivista giuridica del Mezzogiorno”.
 
Ha aperto i lavori la relazione di Manlio Calzaroni, Dirigente ISTAT (Il settore delle imprese in mano statale in Italia), discussa dal già Direttore del Dipartimento per i Censimenti e i Registri Amministrativi e Statistici ISTAT Andrea Mancini. A seguire, le relazioni di Adriano Giannola, Presidente della SVIMEZ (Il ruolo dell’impresa pubblica per lo sviluppo del Mezzogiorno), di Maria Teresa Salvemini, Vice Presidente SVIMEZ (La posizione della Cassa Depositi e Prestiti), di Simone Misiani, Professore di Storia contemporanea all’Università di Teramo (Considerazioni sulle vicende dell’impresa pubblica in Italia), di Domenico Depalo, Esperto di finanza pubblica della Banca d’Italia, (Le imprese a partecipazione pubblica), relazione discussa da Luca Einaudi, Dirigente della Presidenza del Consiglio dei Ministri (Gli investimenti infrastrutturali). Ha concluso Manin Carabba, Consigliere SVIMEZ, (con la relazione Per una governance democratica dell’impresa pubblica).
 
 
Ascolta l'audio integrale del seminario {play}mp3/2015_06_23_sem_rgm.MP3{/play}
 
I materiali disponibili
Manlio Calzaroni - Il registro delle imprese partecipate e controllate dalla PA: fonti e metodi di aggiornamento
Andrea Mancini - Il settore delle imprese in mano pubblica in Italia
 
{youtube}Z029SJrhWyQ{/youtube}
Associazione per lo sviluppo
dell'industria del Mezzogiorno
via di Porta Pinciana 6, 00187 Roma
Centralino 06.478501
Fax 06.47850850